HOME compagnia Spettacoli Calendario
english - italiano - español

Contatti

LE MASCHERE DI TEATRO STRAPPATO

Ogni volto racconta una storia, vive un presente ed é condannato a un destino.

Le maschere di Teatro Strappato, nascono, come i suoi spettacoli, in un laboratorio artigianale dove vengono modellati con creta, legno e cuio volti di personaggi vivi.

Queste peculiari sculture in cuoio che sono le maschere richiedono un processo di elaborazione complesso e articolato. Il volto di ogni personaggio deve essere progettato e disegnato con lo scopo di ottenere una maschera armonica con il movimento dell'attore e il personaggio che interpreta.

Il nostro maestro, Donato Sartori, dal quale abbiamo imparato le tecniche per l'elaborazione di questi magici oggetti, é solito dire che la maschera non é né un ritratto né una caricatura, ma ció che si trova a metá strada fra l'uno e l'altra.

Una volta ottenuto questo delicato equilibrio nel disegno, si procede alla modellazione in creta della maschera su misura per l'attore che la utilizzerá, successivamente si realizzano le prove in cartapesta e quando si é ottenuto il volto definitivo del personaggio si procede alla scultura in legno del calco, sul quale potrá essere modellata quella che diventerá una seconda pelle per l'attore: la maschera in cuoio.

Cecilia Scrittore e Vene Vieitez disegnano e realizzano tutte le mschere di Teatro Strappato in un “laboratorio ambulante” che viaggia con loro per il mondo, valigie piene di martelli di corno, cuoio, strumenti per la modellazione, colori, fili, aghi, sgorbie, coltelli e cartelline piene di disegni e foto di cranei, nasi, occhi, orecchie, bocche che vanno aumentando con i volti trovati sul cammino.